Alla scoperta delle opere d’arte e dei graffiti della chiesa di S. Eusebio a Ronciglione

VENERDI' 14 LUGLIO 2017 - ORE 19:00
RONCIGLIONE - CHIESA DI SANT'EUSEBIO

Sant’Eusebio è il monumento paleocristiano più importante della Tuscia, una chiesetta romanica nascosta dai noccioleti a pochi chilometri da Viterbo nel comune di Ronciglione, visitata da numerosi pellegrini stranieri ma completamente sconosciuta per chi vive in zona.

La chiesa di sant’Eusebio sorge sulle strutture di un preesistente edificio funerario di epoca romana della seconda del IV secolo d.C., fatto costruire Flavio Eusebio in un terreno di sua proprietà e destinato a sepoltura sua e della sua famiglia e di cui si conserva ancora l’iscrizione attributiva.
A testimonianza della antica frequentazione del luogo c’è un sarcofago, addossato alla facciata e rinvenuto nei pressi, legato al nome di Claudia Longina, del III secolo.
L’interno è a tre navate, di cui quella di sinistra risulta più grande. Secondo una tesi questa asimmetria si deve al tentativo di aumentare la capienza della chiesa per accogliere i fedeli che attraverso la vicina via Francigena raggiungevano Roma. Tutto l’impianto planimetrico è irregolare poiché condizionato dalle preesistenze di epoca romana che, ritenute sacre, non furono assolutamente toccate né modificate.
Nei secoli del primo medioevo i fedeli identificarono l’Eusebio qui sepolto con sant’Eusebio, primo vescovo di Sutri. In ogni caso la tradizione popolare elevò il Flavius Eusebius sepolto al rango di santo. Di conseguenza, il mausoleo divenne frequentatissima meta di pellegrinaggio, e fu quindi dapprima trasformato in una cappella dedicata al santo e, successivamente, nel presbiterio di una costruzione più grande, che è la chiesa attuale
Recentemente è stata utilizzata come set per il nuovo film di Liliana Cavani, dedicato a san Francesco.

Appuntamento: Venerdì 14 luglio ore 18:45 davanti al Residence in Piazza Principe di Piemonte a Ronciglione


Prenotazione OBBLIGATORIA tramite una email all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure tramite il numero telefonico 340.3324511



 





 

Letto 146 volte Ultima modifica il Venerdì, 15 Giugno 2018 08:09

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più riguardo i cookie vai ai dettagli.