Il Museo Barracco, dai graffiti delle caverne preistoriche alle meraviglie dell’arte greca e romana.

DOMENICA 11 MARZO 2018 - ORE 10:30
ROMA - IL MUSEO BARRACCO, OVVERO COME SI PASSA DAI GRAFFITI DELLE CAVERNE PREISTORICHE ALLE MERAVIGLIE DELL'ARTE GRECA E ROMANA.

Un nobile calabrese innamorato dell’arte classica, un momento d’oro per la archeologia, due grandi amici appassionati di antichità.
Da questi ingredienti nasce la raccolta di opere che possiamo ammirare oggi all’interno di un bel palazzetto cinquecentesco al centro di Roma,
il Museo Barracco.

Siamo abituati a considerare l’arte greca come l’arte per eccellenza, ma poco conosciamo  del periodo precedente, e di come si sia arrivati a quelle forme sublimi.
All’interno del museo potremo osservare invece opere risalenti a molti secoli prima di Cristo: una stele egizia di 4500 fa, un “genio alato” assiro, i volti sorridenti dei sacerdoti ciprioti, una “cagna ferita” del periodo ellenistico, e molte altre.

Tutte queste opere, oltre ad essere di per sé belle ed interessanti, ci permetteranno di comprendere la genesi della creazione artistica in queste civiltà così lontane, quindi come si sia arrivati all’esplosione di creatività della Atene del V° secolo a.C. e alle successive modalità dell’arte ellenistica e  romana.

Appuntamento: Domenica 11 marzo ore 10:15 davanti al Museo Barracco, Corso Vittorio Emanuele, 166A - Roma


Tessera associativa:
€2

Prenotazione e pagamento
OBBLIGATORIA tramite una email all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure tramite il numero telefonico 340.3324511




 





 

Letto 76 volte Ultima modifica il Venerdì, 15 Giugno 2018 08:05

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più riguardo i cookie vai ai dettagli.