La chiesa del Gesù e la macchina Barocca

DOMENICA 24 FEBBRAIO 2019 - ORE 16:30
ROMA - LA CHIESA DEL GESU', EDIFICIO VOLUTO DA IGNAZIO LOYOLA

La visita alla chiesa del SS. Nome di Gesù è un’occasione di approfondimento nei confronti di un complesso religioso ed artistico che, nonostante la sua posizione nel cuore storico di Roma la renda apparentemente inflazionata, fornisce ogni volta nuovi spunti d’interpretazione.


L’edificio, fortemente voluto da Ignazio di Loyola, santo fondatore dell’ordine nello spirito controriformista, è un paradigmatico esempio dell’architettura gesuita: costruito alla fine del Cinquecento da Vignola con il finanziamento del cardinale Alessandro Farnese, fu decorato da grandi nomi della pittura italiana durante tutto l’arco del Seicento, infine restaurato nella navata centrale e nella parte presbiteriale per iniziativa di Alessandro Torlonia nel XIX secolo.
Le tre cappelle per lato esemplificano un simbolico percorso iconografico che dalla Chiesa militante, attraverso il mistero della Redenzione, porta alla contemplazione della Grazia trionfante; i luminosi affreschi di Gaulli nella volta della navata, nei pennacchi, nell’arco trionfale e nel catino absidale rappresentano, attraverso il trionfo dell’Ordine, il coronamento della grande stagione barocca; le testate del transetto celebrano con altari preziosi le reliquie dei membri dell’ordine e quello sinistro nasconde la straordinaria “macchina di sant’Ignazio” con la statua argentea che la luminaria musicale rivela ogni pomeriggio…

- A cura della dott.ssa Valeria Marino -

Appuntamento: Domenica 24 febbraio ore 16:15, Piazza del Gesù davanti alla Chiesa - Roma.

Tessera associativa: €2

Prenotazione OBBLIGATORIA tramite una email all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure tramite il numero telefonico 340.3324511

Letto 331 volte Ultima modifica il Martedì, 19 Marzo 2019 08:58

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più riguardo i cookie vai ai dettagli.