giardini-ninfa-latina giardini-ninfa-latina

Incontro-dibattito la Chiesa di S.Costanzo Martire, un monumento ritrovato

SABATO 8 FEBBRAIO 2014 - ORE 16:00
INCONTRO DIBATTITO LA CHIESA DI SAN COSTANZO MARTIRE. UN MONUMENTO RITROVATO.

Il Centro Ricerche e Studi di Ronciglione, ha messo in programma per il 2014 una serie di eventi culturali, veramente degni di nota e in linea con gli scopi previsti dallo statuto , rivolti principalmente alla salvaguardia dei “tesori” del territorio.

E’ con questo spirito che nella Chiesa del Collegio, l’8 di febbraio alle ore 16 si svolgerà l’incontro-dibattito dal titolo: LA CHIESA DI SAN COSTANZO MARTIRE. UN MONUMENTO RITROVATO.

L’evento che vede impegnati oltre al C.R.S. anche Archicultura è patrocinato dal Comune di Ronciglione.

Introdurrà l’incontro il Presidente del C.R.S. Silvano Boldrini .

F.F.Fabbri relazionerà sui documenti storici e d’archivio fin qui conosciuti mentre l’Arch. Roberto Conti puntualizzerà la cronologia dell’Oratorio della S.S.Annunziata alla luce delle nuove scoperte.

L’Arch. Alessandra Tolfa invece illustrerà le tecniche utilizzate per l’indagine con il laser-scanner.Il Prof.Arch. Pietro Paolo Lateano parlerà dell’intero progetto e dell’allestimento del cantiere di restauro.

Al termine, il dibattito potrà offrire l’opportunità di far conoscere il paziente lavoro di restauro che ha consentito di recuperare uno dei gioielli di Ronciglione. In quell’occasione si espliciteranno anche le modalità per effettuare visite guidate, in piccoli gruppi, all’interno dell’edificio dove è ancora allestito il cantiere, per poter apprezzare gli affreschi che stanno venendo alla luce e che necessitano ancora di tempi non certo brevi.

“La Chiesa detta comunemente di San Costanzo, è intitolata invece alla S.S.Annunziata , alla cui confraternita appartiene. E’ del seicento, con tutte le caratteristiche dell’epoca, con affreschi di buona fattura, con bei colori ed in complesso è la chiesa più armonica di Ronciglione e rispecchia bene l’epoca in cui i ricchi artigiani di Ronciglione la edificarono per le loro corporazioni dei lavoratori del ferro, degli impiegati e dei pescatori. Ciò deve dedursi dagli affreschi di S.Eligio, S. Matteo e S.Andrea” Così scriveva don Balduino Bedini nel suo volume RONCIGLIONE nella storia e nell’arte nel 1960.

E’ importante che oggi tutti i ronciglionesi possano riappropriarsi di una chiesa così bella riallacciandosi, alla luce delle nuove scoperte, al loro passato.

Lucia Maria Girelli

 

Ufficio stampa: Ass. Andar per Arte

 




Letto 208 volte Ultima modifica il Venerdì, 15 Giugno 2018 08:51

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più riguardo i cookie vai ai dettagli.