La prestigiosa collezione pontificia della Pinacoteca Vaticana

SABATO 1 FEBBRAIO 2020 - ORE 10:00
VISITA GUIDATA - LA PINACOTECA VATICANA

All’interno dei musei vaticani c’è una sezione talvolta dimenticata, a causa del clamore che suscitano i capolavori più inflazionati come le stanze di Raffaello e la Cappella Sistina….ma la collezione di dipinti della Pinacoteca può vantare capolavori di alcuni dei maggiori artisti italiani:


come Giotto, Beato Angelico, Filippo Lippi, Melozzo da Forlì, Leonardo, Raffaello, Giulio Romano, Tiziano, Caravaggio, Domenichino, Guido Reni, Guercino e tanti altri.

L’edificio che ospita la galleria di dipinti dal Medioevo al Settecento sorge in una parte del Giardino Quadrato, isolato e circondato completamente da viali, in un luogo ritenuto idoneo grazie all'ottima presenza della luce in grado di valorizzare il valore estetico delle opere.
Prima della pinacoteca le opere venivano spesso spostate tra i vari palazzi apostolici poiché non avevano una fissa sede, quindi la sua costruzione servì anche a risolvere la questione.
Pio VI riuscì a creare una prestigiosa raccolta di 118 dipinti ma essa ebbe vita breve poiché, in seguito al Trattato di Tolentino stipulato nel 1797, alcuni dei maggiori capolavori furono trasferiti a Parigi.

La moderna pinacoteca, intesa come esposizione aperta al pubblico, nacque solo dopo la caduta di Napoleone, precisamente nel 1817, cui seguì la restituzione di alcune opere secondo le direttive del Congresso di Vienna. 
Grazie a numerose donazioni e acquisizioni, la collezione continuò a crescere nel corso degli anni arrivando all'attuale numero di circa 460 dipinti, esposti nelle 18 sale secondo un ordine cronologico, da quelle definite "Primitive" e datate intorno al XII-XIII secolo, a quelle del XVIII secolo.

- A cura della Dott. ssa Valeria Marino  -


Appuntamento: Sabato 1 febbraio ore 09:45, davanti alle scale (Viale Vaticano) - Roma -
Prenotazioni: Prenotazione obbligatoria entro il 30 gennaio
Contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure tramite il numero telefonico 340.3324511

Letto 272 volte Ultima modifica il Venerdì, 24 Gennaio 2020 09:24

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più riguardo i cookie vai ai dettagli.